Siae costi

siae costi e il diritto d'autore

SIAE – il diritto d’autore

La SIAE (Società Italiana Autori ed Editori) è un ente pubblico associativo che si occupa della protezione nonchè tutela il diritto d’autore, con lo scopo di proteggere un’ opera per conto e nell’interesse degli aventi diritto. Nella fatti specie un musicista una volta depositata volontariamente la sua opera musicale, ne assume a pieno la paternità, diventando quindi autore effettivo della stessa dunque il diritto d’autore.

Ecco che l’ente assume il controllo, la protezione dell’opera ricavando compensi economici, ogni qualvolta che un altro autore o esecutore va a svolgere e/o utilizzare quest’ultima, sia in maniera diretta o indiretta, per rappresentanza o per esibizione, sia essa per radiodiffusione, per riproduzione meccanica e cinematografica, al pubblico fisicamente presente seppur distante che riceve tale comunicazione.

Il compenso economico del diritto d’autore cessa nel momento in cui l’autore o i coautori muoiono, e cioè nel periodo successivo dopo i 70 anni dal loro decesso, periodo calcolato chiaramente dal più longevo degli autori. Scaduto tale termine di compenso economico, l’opera diviene pubblico dominio. L’ non è obbligatoria. Per i suddetti motivi qualora l’evento si svolge in un pubblico esercizio bisogna prevedere il pagamento siae che farà opportunamente colui che organizza lo stesso evento.

Come fare a meno della siae

Secondo il recente “Decreto Bray” la siae non è necessaria per un evento al di sotto delle 200 persone. Se così fosse non la pagherebbe più nessuno. Attenzione! La legge non va male interpretata e come ben sappiamo non ammette ignoranza. Il decreto in questione specifica infatti che il luogo ove si svolge l’evento, non auspichi una capienza di oltre 200 partecipanti, cioè il locale è in grado, supporta, “contenga” un massimo di 200 invitati.

Per rispettare tale condizione, basta che il gestore faccia un’autocertificazione in cui si certifica proprio nella fattispecie una capienza inferiore ai 200 partecipanti.

Sembrerebbe si spossa applicare anche per eventi all’aperto, delimitando l’area sottoposta a suono. Quest’ultima credo da prendere un po’ con le pinze, poichè se ad esempio intendiamo una piazza, difficile contenere i 200 partecipanti all’interno di essa.

Purtroppo il decreto non è mai diventato legge; il 3 Ottobre 2013, nell’emendamento Costantino 7.5, hanno votato 304 no su 434 votanti.

Trovate il resoconto stenografico nel sito della Camera dei Deputati Decreto Bray Musica dal vivo.

o borderaux siae

I pagamenti siae si effettuano negli appositi uffici siae del territorio di appartenenza, opportunamente aperti al pubblico in degli orari prestabiliti. Per territorio di appartenenza si vuole intendere la location, il luogo ove si pensi o qualsivoglia  l’intrattenimento musicale avverrà.

Ad esempio il matrimonio accompagnato solitamente al ristorante, bisognerà recarsi nell’ufficio immediatamente più vicino, ovvero il Comune di appartenenza del ristorante e non quello della propria residenza. Generalmente i gestori sono infatti a conoscenza dell’ufficio siae di appartenenza.

Il commissario siae vi rilascia il programma musicale in formato cartaceo, comunemente chiamato borderaux (borderò), rispettivamente suddiviso in tre modelli:

  1. colore rosso (modello 107/OR) per tutti i tipi di esecuzione dal vivo e/o simili
  2. colore verde (modello 107/SM) per tutti i tipi di esecuzione meccanica e/o digitale
  3. colore blue (modello 107/C) per tutti i tipi di esecuzioni in concerto danza, classica, jazz compresa la musica durante gli spettacoli teatrali
Modello 107 OR Facsimile

Modello 107 OR Facsimile

Generalmente le mie esecuzioni corrispondono al colore rosso. Durante l’evento il programma musicale dev’essere messo a disposizione per ispezione siae. Al termine verrà compilato dettagliatamente dal direttore dell’esecuzione musicista e/o deejay per poi essere riconsegnato all’ufficio, così come nel caso di da effettuare tramite modulo apposito.

Costi siae 2016 – Tariffe feste private

Nella tabella sottostante trovate i riservati a eventi di ambito privato.

tariffe feste private 2015

I costi si riferiscono esclusivamente al diritto d’autore e ai diritti connessi per pubblica esecuzione e non sono comprensivi di IVA. Pertanto si consiglia di rivolgersi agli uffici siae del territorio di appartenenza in base al luogo ove si svolge l’evento.

Facciamo un esempio:

Numero 100 invitati al matrimonio.

Nella prima tabella (diritto d’autore) la tariffa corrisponde a 199, 

mentre nella seconda tabella (diritti connessi) corrisponde a 79,

gli importi si intendono iva esclusa.

Indi sommare 199 + 79 + 22%iva = 339,16 euro


Costi siae 2016 – Tariffe per altri tipi di eventi

Nel link sottostante trovate i diritti siae tariffe riservati a tutti gli altri tipi di eventi.

Cliccami

DEMO

Argomenti correlati:

Musica Anniversario di Matrimonio
Musicisti per Matrimoni
Quanto costa suonare al Matrimonio
Intrattenimento musicale Battesimo
Gilby fisarmonicista
Il Romantico cantante

96 commenti su “Siae costi

  1. Andrea scrive:

    salve io ho fatto un concerto in una piazza con la siae a carico del comune solo che mi hanno chiesto se potevo lasciare io il modulo presso l’ufficio della siae dovrò pagare io la tassa e poi farmi dare un rimborso dal comune ,o devo semplicemente lasciare il modulo e poi penseranno loro al pagamento ?

    1. Dino scrive:

      Gentile Andrea,

      la siae spetta a chi organizza l’evento. In questo caso da quanto mi sembra di capire è a carico del Comune. Di solito il pagamento siae avviene prima della consegna del programma musicale. Le consiglio di prendere opportunamente accordi prima dell’evento 🙂 Buona serata.

      Dino

  2. Andrea scrive:

    Salve vorrei sapere in che categoria sono collocati gli eventi sportivi e se ce modo di vedere i tariffari.. Sono nella provincia di Taranto x una lezione Gratuita (di un ora ) di Zumba Fitness fuori sede mi hanno chiesto 130 euro ma stiamo scherzando?

    1. Dino scrive:

      Gentile Andrea,

      la siae spetta a chi organizza l’evento. Se si svolge in ambito sportivo, stadio, arena, ecc deve provvedere alla siae. Per quanto riguarda i costi, ogni ufficio applica delle tariffe differenti; si informi meglio nella sua zona. Le consiglio di prendere opportunamente accordi prima dell’evento 🙂
      Spero le sia stato di aiuto.

      Buon ballo,
      Dino

  3. Rosanna scrive:

    Buona sera, qualcuno sa dirmi in cosa consiste la dicitura “Altre categorie” nelle tabelle sopra citate?

    1. Dino scrive:

      Gentile Rosanna,

      la dicitura “altre categorie” non è altri che l’esatto opposto della dicitura “I° categoria Lusso”. In altre parole tutto ciò che non rientra nella categoria lusso come ad esempio, bar, pizzerie, balere, ecc e in ogni caso si riferiscono ad una quota di partecipazione all’evento inferiore a 75 €. Spero di esserle stato di aiuto.

      Cordialmente,
      Dino

  4. fra.9892@gmail.com scrive:

    salve, ma che cambia se la musica viene ballata o meno?? chiunque può dichiarare che la musica non si balli e invece si e viceversa..

    1. Dino scrive:

      Salve,

      sono tabelle esplicative della siae. Esempio pratico è il karaoke, tutti possono solo cantare 🙂 Chiaro che tutto il nostro comportamento è dettato dal buon senso e dal rispetto delle regole. A Lei la scelta.

      Buona serata e tanti auguri di Pasqua
      Dino

      1. Marco2385 scrive:

        Salve, complimenti innanzitutto per la chiarezza delle risposte alle domande che poniamo. Vorrei chiederle volendo fare un concerto per “pianoforte solo” di miei brani inediti presso una Abbazia, con capienza superiore ai 200 posti. I diritti di esecuzione sono i medesimi di una struttura privata e se l’abbazia è soggetta al pagamento di un correspettivo Siae ed eventualmente che importo. Grazie mille e tanti auguri ^.^

        1. Dino scrive:

          Salve,

          intanto ricambio con affetto gli auguri di buona pasqua passata 🙂
          Piccolo ma efficace consiglio. Mi auguro che lei si iscritto alla siae ed abbia depositato i suoi brani.
          Questo per due motivi: il primo protegge le sue opere, secondo, riceve i compensi siae proprio per chi suona i suoi brani 😉

          Se è lei ad organizzare l’evento, non c’è alcun bisogno della siae, poichè i brani sono di sua proprietà. Credo nel suo caso mi sembra di capire, sia l’Abbazia ad organizzare il suo concerto, quindi deve il corrispettivo siae proprio alle sue opere. Nella fattispecie occorre inserire i suoi brani nel programma musicale (vedi sopra). Per quanto riguarda l’importo credo debba essere commisurato alla capienza dell’Abbazia stessa. Si rechi all’ufficio siae della sua zona e le sapranno dire info specifiche in merito al suo caso.
          Sempre a disposizione di chi ha bisogno di risposte 🙂 Le auguro un buon proseguimento di giornata.

          Cordialmente,
          Dino

  5. valentina scrive:

    salve, devo effettuare una festa in un locale adibito ad uso ristorante, gli invitati saranno un centinaio neanche. vorrei mettere un po di musica di sottofondo per allietare i miei ospiti, quindi musica tramite cd ma senza ballo. vorrei chiedere se devo far fede alla tabella su riportata, quindi 106 euro, dato che il locale non è una categoria lusso. grazie…

    1. Dino scrive:

      Salve,

      la tabella è esattamente quella. Ricordo che i costi si riferiscono esclusivamente al diritto d’autore per pubblica esecuzione e non sono comprensivi di IVA e diritti amministrativi. Pertanto si consiglia di rivolgersi agli uffici siae (sotto tabella) del territorio di appartenenza in base al luogo ove si svolge l’evento.
      Grazie a lei.

      Buona giornata,
      Dino

  6. Salvatore scrive:

    Salve, leggevo del decreto bray, che è applicabile ad un evento con invitati inferiori alle 200 presenze, eviterebbe la Siae per i diritti amministrativi o anche al diritto d’autore per pubblica esecuzione? Non riesco a capire a quale pagamento si è esentati.

    Grazie

    1. Dino scrive:

      Salve,

      il decreto bray era riferito (mai entrato in vigore) alla capienza della sala, non alla effettiva presenza! Voglio dire, non è che se la sala ospita mille persone, ma ce ne sono solo 150, allora faccio a meno della siae… Non è così 🙂 Mi spiego ancora meglio. Per capienza si intende quanto la sala è in grado di ospitare. I diritti amministrativi li applica l’ufficio di appartenenza se lei fa opportunamente la siae in base al tipo di evento che necessita.
      Grazie e arrivederci.

      Cordialmente,
      Dino

  7. enrico scrive:

    salve,
    sto organizzando il mio matrimonio, saremo circa 180 persone, ma la struttura può ospitarne fino a 250.
    se ho ben capito dovrei pagare la Siae giusto?
    e tenendo conto che a parte qualche trenino gli invitati saranno seduti a tavola penso si possa pagare per musica soltanto?
    grazie

    1. Dino scrive:

      Salve,

      Risposta prima domanda: si esatto. Risposta seconda domanda: è a sua discrezione 😉

      Buona giornata,
      Dino

  8. manuela scrive:

    buona sera, sto per festeggiare il mio matrimonio in un ristorante, abbiamo deciso di evitare un’orchestra e di lasciare spazio ai nostri cd per la musica, tenendo conto che la sala ospita fino a 120 persone ma il locale si dispone di altre sale, di cosa devo tener conto per poter usufruire del Decreto Bray? della mia sala o dell’intera struttura? grazie

    1. Dino scrive:

      Buona sera a lei 🙂
      Deve tener conto della sua sala. Purtroppo devo aggiungere che tale decreto non è mai entrato in vigore. Augurissimi per il suo matrimonio.

      Dino

  9. rosaria scrive:

    Salvo, volevo fare della ginnastica con una decina di amiche nel parco pubblico, usando la musica che normalmente usiamo in palestra. Devo pagare i diritti siae? Grazie

    1. Dino scrive:

      Salve a lei 🙂
      Certamente, proprio perchè è un luogo adibito al pubblico. Prego. Buona giornata

  10. massimiliano scrive:

    Buongiorno ,io sarò l’esecutore di diversi brani per una festa privata in luogo privato con massimo 80 persone in uno spazio che ne può contenere 100 , l’organizzatore è esente o no dal pagare la siae e fare il borderò ? non si capisce proprio nulla da quello che ce scritto qui ! Questo organizzatore fa una propria dichiarazione che lo spazio non puo tenere più di 200 persone ed è finita lì??? Poi gli uffici di competenza di Trieste sono sempre pieni di gente uno non può avere libere giornate intere da passare lì in attesa per ritirare un borderò !! se oltre a suonare anche lavora ??!! volete capire che è necessario che lo si possa scaricare da internet e dare modo alle persone di poter essere oneste ? altrimenti ti viene automatico dire ma andate a quel paese non pago nulla !! Poi i costi per una seconda categoria senza ballo ( assurdo sto ballo o non ballo daiii roba da medioevo ) di 106 più iva diritti e chissà cosa sono esagerati!!!! Dovrebbero esser si e no 30/40 euro .

    1. Dino scrive:

      Buongiorno a Lei 🙂
      Credo che ha frainteso l’uso di questa pagina dedicata alla siae: essa vuole solamente meglio precisare quelli che sono tutti gli aspetti organizzativi di eventi musicali legati sia in ambito privato che pubblico, messa a disposizione a colui o coloro solo in misura prettamente informativa e non esecutiva. Le preciso che io non sono un funzionario e/o ispettore siae.
      Metto semplicemente a disposizione la mia passione per la musica cantando e suonando ove è ritenuta la mia presenza e al contempo rispondo a chi ha dei dubbi in merito alla siae 😉

      Detto questo, rispondo alla sua domanda volentieri con estrema calma e chiarezza.
      Trattasi di evento privato, quindi in un contesto prettamente privato, non si ha alcun obbligo verso la siae, a meno che non vi sia un ticket all’ingresso.

      Buona giornata,
      Dino

  11. francesco scrive:

    ciao
    vorrei una precisazione su questo decreto bray.
    è in vigore davvero’
    perchè noi stiamo organizzando il matrimonio, con 90/100 invitati, in un ristorante.

    cosa fà vede il numero degli invitati o la capienza del locale?

    e chi la dovrebbe fare la autocertificazione.

    onestamente se non si potesse pagare la SIAE sarei ben contento dato che è la tassa più inutile e vessatoria di tutte, e che và a finire nelle mani di chi i soldi già ne fà a palate.

    1. Dino scrive:

      Salve,

      ho già risposto a questa domanda. Prima di postare le vostre domande guardate se vi è già la risposta 😉
      Legga a “come fare a meno della siae”

      Buona giornata,
      Dino

  12. Roberta scrive:

    Sono la presidente di un gruppo di majorettes che si esibiscono accompagnate da bande musicali, a breve festeggeremo i 20 anni e per l’occasione abbiamo deciso di organizzare insieme alla banda del nostro paese un raduno al quale parteciperanno delle bande musicali ma anche 2 gruppi di majorettes oltre a noi, le bande avendo un abbonamento siae non hanno problemi, la domanda è:ma per i i gruppi majorettes che si esibiranno sulla musica suonata dalla banda bisogna pagare la siae? Se si quante volte su uno stesso brano si pagano i diritti d’autore? Spero di essermi spiegata, inoltre mi sono informata e nessun gruppo majorettes (non unito a banda) paga la SIAE. Grazie

    1. Dino scrive:

      Salve 🙂
      La risposta l’ha fornita da se, dal momento che il gruppo folkloristico è abbonato alla SIAE.

      Saluti,
      Dino

  13. Elena scrive:

    Buongiorno al mio matrimonio ci saranno circa 90 adulti per i quali pagherò una tariffa superiore ai 75euro e diversi bambini che per un menu particolare pagherò una cifra decisamente inferiore. Dato che oltre la musica dal vivo vorrei darela possibilità agli invitati di ballare quale sarà l’importo che dovrò pagare all’ufficio Siae competente? Grazie in anticipo per la risposta ebuona giornata

    1. Dino scrive:

      Salve,

      deve fare riferimento alla tabella musica con ballo.
      Buon proseguimento,

      Dino 🙂

      1. Federico scrive:

        Buongiorno Dino. Considerato che anche io avrò all’incirca lo stesso numero di invitati e sto cercando lo stesso tipo di intrattenimento musicale volevo capire il costo esatto che potremmo richiedermi come contributo SIAE.
        Grazie!

        1. Dino scrive:

          Salve,

          non ho capito cosa intende. Mi dia più info per poterla aiutare 🙂

  14. Riccardo scrive:

    Buongiorno,
    ho letto tutti i vari quesiti ma non trovo risposta alla
    domanda che mi hanno posto all’ufficio SIAE.
    Ho programmato il mio matrimonio con 80/90 invitati, con musica dal vivo, sono quindi partito con l’idea di spendere i 250 Euro ma all”ufficio SIAE dicono che se il duo ha delle basi su cui cantare la cifra da pagare è di 350 Euro….come è possibile???
    Sarei grato si riusciste a darmi una risposta…. grazie
    mille

    1. Dino scrive:

      Buonasera 🙂

      le risponda che le basi ha già provveduto opportunamente a pagarle colui che le ha acquistate, cioè il duo che suonerà presso di Lei.
      Lei deve rispondere solo dei brani eseguiti dal duo. Spero abbia fatto chiarezza.

      Cordialmente,
      Dino

  15. marco scrive:

    Devo fare la festa di compleanno dei 18 anni per mio figlio in un ristorante ed ho 70 invitati e vuole il DJ per la musica e ballare, volevo sapere se sono tenuto a pagare la SIAE e quanto se fosse possibile.
    La festa è privata..

    1. Dino scrive:

      Gentile Marco,

      dal momento che il luogo è un ristorante, quindi ha l’accesso al pubblico, non una festa privata, deve pagare la siae.
      Spero di esserLe stato di aiuto 🙂

      Buona serata,
      Dino

  16. vincenzo scrive:

    Buonasera,
    devo organizzare un concerto in una piazza di un paese in occasione dei festeggiamenti della Santa Patrona. chiaramente il concerto è totalmente gratuito ed il gruppo che si esibisce non è iscritto alla Siae ed esegue brani propri. devo pagare i diritti Siae ed i caso affermativo, qual’è il costo medio per un evento simile..??? grazie anticipato per la risposta.

    1. Dino scrive:

      Buonasera 🙂
      se i brani non sono iscritti alla siae, vuol dire che non hanno proprietà, quindi non va proprio considerata 🙂
      Spiacente, ma non posso aiutarlLa circa i costi dell’evento.
      Grazie a Lei.

      Saluti,
      Dino

  17. Mario scrive:

    Ho pagato circa 250 euro per far suonare un gruppo al mio matrimonio in un ristorante chiuso al pubblico per l’occasione.
    Gli invitati erano 130 capienza massima del posto.
    Siccome ha piovuto e la band doveva suonare nel giardino abbiamo rinunciato alla musica.
    Volevo sapere se la cifra era giusta e se ho diritto ad un rimborso visto che non è stato eseguito nessun brano.
    Grazie

    1. Dino scrive:

      Salve,

      Per quanto riguarda la quota, credo sia giusta 🙂
      Purtroppo non è previsto alcun rimborso da parte della siae, poichè eventi atmosferici non possono essere imputabili alla stessa siae come motivo appunto di rimborso. Non solo, ci pensi un attimino, tutti potrebbero giustificarsi in questo modo 😀 in quanto non c’è stato alcun controllo siae durante l’evento …
      Sono dispiaciuto per voi sposi ma anche per i musicisti, sicuramente frustrati per l’evento rovinato da pioggia.
      Spero di esserLe stato di aiuto

      Buona Serata,
      Dino

  18. chiara scrive:

    Buonasera,
    sto organizzando un concertino di intrattenimento musicale nella sala del mio ristorante. Si tratta di improvvisazione e di brani non iscritti alla siae. Come mi devo comportare? Grazie e complimenti per la chiarezza e completezza nelle risposte.

    1. Dino scrive:

      Sera a Lei,
      dal momento che i brani non sono iscritti alla siae, non deve effettuare alcun versamento, poichè i brani non hanno “podestà”.
      Buona Musica,

      Dino

  19. Gianfranco scrive:

    Grazie delle preziose informazioni. Quindi in caso di ricevimento con autocertificazione ristorante per locale meno di 200 persone di ricettività, in caso di musica dal vivo mi devo recare alla siae con la autocertificazione e loro mi rilasceranno l’autorizzazione senza dover pagare nulla. Corretto? Grazie ancora

    1. Dino scrive:

      Prego 🙂

      Purtroppo il decreto in questione non è mai entrato in vigore 🙁
      Spiacente.

      Arrivederci,
      Dino

  20. Filippo scrive:

    Salve. Sto organizzando una serata musicale al chiuso in un locage gestito da un’associazione culturale. 130 persone circa. Capienza effettiva non so, ma credo comunque al di sotto dei 200. Gli interpreti sono anche autori (unici) dei 12 brani inediti previsti, dei quali solo 5 iscritti alla Siae. Quale sarà il corrispettivo eventuale da pagare alla Siae stessa?

    1. Dino scrive:

      Salve a Lei 🙂
      Dal momento che gli interpreti sono autori dei loro brani, devono decidere se prendere o rinunciare al proprio compenso. Indi, paga la siae solo se non rinunciano, viceversa, è esente da siae.

      Buona giornata,
      Dino

  21. catello scrive:

    salve sono propietario di un ristorante con sala per cerimonie con capienza di 180 persone,le chiedevo se posso usufruire del decreto bray in caso di piano bar, grazie

    1. Dino scrive:

      Salve a Lei,

      Purtroppo il decreto in questione non è mai entrato in vigore 🙁
      Spiacente.

  22. raffaele scrive:

    Buongiorno, complimenti per il lavoro utilissimo di informazione che state offrendo.La mia domanda e’ questa : da quando e’ diventata legge il decreto Bray?
    Chi e come si stabilisce la capienza di un locale?
    Esiste in rete un modello di autocertificazione per l’esenzione SIAE?
    Al di sotto delle 200 persone non si paga la SIAE e di conseguenza si possono suonare live anche i brani di proprieta’ SIAE? ES: brani di Gino Paoli, O Vasco Rossi ecc.’? GRAZIE ANTICIPATAMENTE.

    1. Dino scrive:

      Buonasera,

      ringrazio per la gentilezza 🙂
      Rispondo a sequenza:
      – non è mai diventato legge
      – è responsabilità del titolare
      – non esiste, il decreto “mirava” nel produrre un autocertificazione da consegnare al comune di appartenenza
      – se fosse andato in vigore si potevano eseguire tutti i tipi di brani

      Saluti,
      Dino

  23. Gianfranco scrive:

    Appena ricevuto risposta in email dalla SIAE che mi dice che:
    – il decreto non è mai diventato legge
    – si riferiva a piazze ed a feste all’aperto
    – devo chiedere l’autorizzazione e pagare il dovuto

    Domanda: Hanno ragione o ci provano?

    1. Dino scrive:

      Salve,

      con mio più grande dispiacere hanno ragione.

      Buona serata,
      Dino

  24. Matteo scrive:

    Buongiorno
    Gestisco un bar io ho pagato la quota SIAE annuale per trasmettere la musica in base alle casse e dimensione TV il .io bar può ospitare al massimo 50 persone ogni volta che ho fatto una serata con il DJ o gruppo musicale la SIAE mi ha fatto pagare un anticipo sull’ importo da pagare il giorno dolo dovevo recarmi pressi i loro uffici e saldare la differenza in base agli scontrini emessi in quella giornata. Tenete presente che pagavo su tutto l’importo scontrinati anche sui caffè della mattina ……. Il mio bar apre alle 10 e chiude alle 2 il DJ fa musica so dalle 21 alle 24. Da quanto capisco nelle risposte di questo blog il mio bar tenendo meno di 200 persone e’ gia’ esente dal pagamento x decreto Bray ma comunque è corretti che loro fino ad oggi mi abbiano calcolato una percentuale sull’intero incassi della giornata!!! Posso richiedere il rimborso per errata imputazione visto che rientro in questo decreto!!! Ho lasciato un sacco di soldi alla SIAE perche nel mio locale faccio un evento ogni 15 gg
    Grazie in anticipo per la risposta!!

    1. Dino scrive:

      Buonasera 🙂
      Purtroppo non può far uso di alcun rimborso, poichè da quanto vedo effettua un pagamento forfettario Siae.
      Per quanto riguarda il decreto Bay, non è mai, ahimè entrato in vigore 🙁

      Saluti,
      Dino

  25. Francesco scrive:

    La siae può effettuare controllo o ispezioni dopo giorni dall’evento ?

    1. Dino scrive:

      Buongiorno,

      di solito è al momento dell’evento.

      Buona giornata,
      Dino

  26. Enrico scrive:

    Devo organizzare un compleanno x i 18 anni figlio
    in una sala chiusa Dell. oratorio la sera invitati solo amici e parenti e questi amici suonano delle cover come comportarmi
    capienza locale 80 persone
    grazie

    1. Dino scrive:

      Salve,

      essendo l’oratorio luogo adibito al pubblico, deve necessariamente fare la siae.

      Cordialmente,
      Dino

  27. Immacolata scrive:

    Salve per fare la festa di compleanno a mio figlio con musica con circa 40 invitati si festeggia in un ristorante mi dite per fare quando vado a pagare di Siae grazie mille.

    1. Dino scrive:

      Buonasera,

      guardi la tabella soprastante 🙂

      Saluti,
      Dino

  28. Giovanni scrive:

    Salve, sto organizzando, in quanto responsabile di un Movimento politico, un convegno in una piccola sala di una villa settecentesca che il comune (proprietario) mi ha messo a disposizione.
    Questo convegno (organizzato assolutamente a titolo gratuito) si articolerà su due momenti in cui i relatori (volontari anch’essi) parleranno sul tema del dibattito. Tra il primo ed il secondo momento, vorrei offrire un aperitivo agli ospiti e se è il caso inserire un momento musicale ( 10 min al massimo) in cui un violinista, che si è offerto di intervenire a titolo gratuito, accompagnato da un pianoforte, eseguirà solo due sue composizioni.
    La sala non supera i 100 posti e l’evento è assolutamente gratuito.
    Potrebbe orientarmi sul se e quanto mi costerà questo mio impegno per il sociale?
    Grato per la cortese risposto porgo cordiali saluti.

    1. Dino scrive:

      Salve a lei,

      se il violinista è compositore dei brani presumo li abbia depositati in siae, indi regolarmente iscritto.
      Accertato questo, se egli vuole il compenso, allora deve opportunamente pagare la siae; viceversa, no.

      Distinti saluti,
      Dino

  29. Luca scrive:

    Salve, io devo organizzare un diciottesimo con 70 invitati in una Tenuta, con un Dj che suona. Dovrei pagare la siae? E quale dovrebbe essere circa l’importo della tassa?

    1. Dino scrive:

      Salve,

      se lei è proprietario della tenuta, si svolgerà l’evento in ambito privato, per cui non è obbligato a farla.
      Viceversa, si. Per l’importo, ovviamente indicativo, si riferisca alla tabella sopraindicata 🙂

      Arrivederci,
      Dino

  30. Mariangela scrive:

    Buongiorno Dino, grazie per l’attenzione. Le chiederei cortesemente delle informazioni per un concerto aperto al pubblico ma gratuito (ci potranno solo essere offerte da devolvere ad una onlus) che un coro di paese ed un coro alpino vogliono tenere in una sala comunale che può ospitare al massimo 100 persone. I brani sono misti ed alcuni di questi sicuramente protetti da SIAE. La preoccupazione è per i costi, visto che il coro si autofinanzia e anche la tassa SIAE dovrebbe essere pagata dagli stessi coristi. Grazie mille
    Mariangela

    1. Dino scrive:

      Buonasera Mariangela.

      purtroppo la gratuità dell’esecutore musicale non vincola l’esenzione siae; uno dei dei dibattiti largamente discussi e rivisti, ma ahimè accolta mai alcuna soluzione da parte della siae.
      Questo pregiudica lo spirito di iniziativa, sottoposto all’attenzione spesso di persone prestanti e volontari, che vorrebbero semplicemente regalare eventi all’insegna del sociale e tanta tanta umiltà d’animo.
      Spiacente ma devono opportunamente rispondere ad essa.

      Con affetto,
      Dino

  31. Michele scrive:

    Buongiorno,
    sto organizzando il matrimonio al quale parteciperanno circa 60 invitati e lo si terrà presso un Castello, chiuso al puibblico quindi in un luogo privato.
    Al matrimonio suonerà un dj.
    E’ possibile che si debba pagare quasi 300,00 euro che è praticamente il compenso che prende il Dj ??
    Grazie per la gentile risposta

    1. Dino scrive:

      Buongiorno,

      purtroppo anche se chiuso al pubblico il castello, non svincola dalla siae; presumo comunque lo abbia affittato il castello, per cui non è di sua proprietà 🙂 Ne evince quindi luogo adibito al pubblico. Se ci fa caso, ad esempio anche nei ristoranti di solito la sala è prettamente esclusiva ai soli invitati, ma comunque adibita al pubblico.
      Spero la risposta abbia fatto luce ai suoi dubbi 🙂

      Con affetto,
      Dino

  32. Angelika scrive:

    Salve Dino. Sono nata e vivo all’estero. Sto organizzanod una vacanza in Italia per i miei clienti, un gruppo di 300 persone. La sera, dopo cena, il nostro DJ (anche lui parte del gruppo che verra` dall’estero) suonera` musica intrenazionale (niente brani italiani) per ballare nell’hotel nel quale staremo entro una sala riservata per il solo nostro uso. Dobbiamo pagare SIAE?

    1. Dino scrive:

      Salve Angelika,

      certo che si, poichè l’Hotel è adibito a luogo pubblico.
      Buona giornata e Buon Natale.

      Dino

  33. Assunta scrive:

    Buonasera, nel caso in cui venisse organizzato un evento gratuito in cui i brani musicali sono diversi e hanno una durata massima di 30 secondi ciascuno (es. modelle che sfilano in passerella) come bisogna comportarsi?
    grazie

    1. Dino scrive:

      Buongiorno,

      la siae si paga con brani dalla durata superiore pari a 60 secondi.
      Prego e Buon Natale.

      Dino

  34. Piero scrive:

    Buongiorno.
    Dovrei pagare la Siae per il mio matrimonio e dando un’occhiata per farmi un’idea di quanto andrò a pagare, ho visto che ci sono stati degli aggiornamenti come ad esempio il limite di persone che è passato direttamente a 200.
    Sul format della Siae, tra le domande, non vedo più il limite dei 75 € pagato dall’organizzatore per ogni singolo invitato, stabilito come soglia per qualificare come “lussuoso” o meno un evento.
    Il mio dubbio è se allorquando mi recherò presso l’Ufficio Siae competente mi sarà posta questa domanda o se invece tale limite è stato abolito.
    Grazie in anticipo

    1. Dino scrive:

      Buondì,

      il tariffario è stato completamente rinnovato; guardi le tabelle e ricavi i relativi importi dovuti secondo il numero degli invitati, ricordando di aggiungere l’iva.

      Buon Natale,
      Dino

  35. Genny scrive:

    Salve, dovrei organizzare un compleanno di 18 anni, in un ristorante. Volevo una musica da sottofondo, quindi senza Dj e con la dicitura “senza ballo”..ma potrebbe esserci qualcuno che decide di ballarla, come posso fare?
    Cordiali saluti.

    1. Dino scrive:

      Buongiorno,

      la dicitura senza ballo/con ballo è scomparsa; guardi le tabelle e ricavi i relativi importi dovuti secondo il numero degli invitati, ricordando di aggiungere l’iva.

      Buon Natale Genny,
      Dino

  36. Andrea scrive:

    Mi esibisco nei locali con parodie musicali , cioé basi musicali mp3 quasi originali ma con il testo completamente diverso. Il gestore del locale deve pagare Siae? Grazie

    1. Dino scrive:

      Salve,

      certo che si, poichè il motivo del brano è comunque dell’autore.
      Prego 😀

      Saluti,
      Dino

  37. Francesco scrive:

    Salve, come al solito non si capisce molto sulle tariffe. Io devo fare una festa con ingresso a pagamento di euro 10. Quanto mi incide su ogni ticket la siae? Io ero rimasto al 10%, ma mi pare che non sia più così…

    1. Dino scrive:

      Buongiorno,

      le conviene rivolgersi all’ufficio siae del suo territorio di appartenenza a questo link Cerca uffici Siae

      Con affetto,
      Dino

  38. francesco scrive:

    salve vorrei delle informazioni mi sposo a giugno 2016,vorrei pagare io la siae non supereranno 140 persone al mio matrimonio quindi quanto pagherei in totale?grazie

    1. Dino scrive:

      Salve a Lei 🙂
      se visiona le tabelle credo non più di 340 € tra tariffa, diritto, iva

      Buona giornata e
      Tanti auguri di Natale

      Dino

  39. Roberto Raimondi scrive:

    Buongiorno. Mi pare si faccia spesso confusione tra “Autorizzazione SIAE” e “Diritti SIAE”. Visto che organizziamo spesso spettacoli, gratuiti ma in luoghi aperti al pubblico con un’orchestra giovanile formata da alunni ed ex alunni della nostra scuola ad indirizzo musicale, mi può confermare che:
    1) l’autorizzazione SIAE occorre sempre, per spettacoli aperti al pubblico. La relativa tassa, perchè qualche cosa da pagare c’è sempre o, per lo meno, questa è la mia personale esperienza, è in ragione della capienza del luogo in cui avviene (la domanda che mi sorge spontanea è, ovviamente, a chi vadano e con quale motivazione questi introiti ad una società che tutela i diritti di autori ed editori se non si eseguono brani tutelati)
    2) i diritti d’autore si pagano esclusivamente sull’esecuzione di brani coperti ancora da tale diritto.
    E’ esatto?
    Grazie.

    1. Dino scrive:

      Buongiorno a Lei,

      1) Si esatto. Rispondo alla frase tra parentesi:
      Non è molto chiara la domanda 😉
      Se intende brani non tutelati, quindi non coperti da diritto d’autore, questi non ricevono alcuno introito, perchè non hanno podestà.
      2) Esattamente

      Prego. Saluti
      Dino

      1. Roberto Raimondi scrive:

        No, quello che intendevo era: se io pago una tassa per il semplice svolgimento di un evento, in cui non vengono eseguiti brani soggetti a tutela SIAE, e il soggetto che riscuote questa tassa, la SIAE, ha come unico scopo quello di tutelare gli interessi degli autori ed editori, a quale titolo, cioè per quale servizio, incassa quella cifra?

        1. Dino scrive:

          Salve,

          Non si pagano tasse per svolgere eventi. Cerchiamo di capirci 😉
          Lei possiede un attività e paga alla siae un forfettario?

  40. Simona scrive:

    Buona sera,
    sto organizzando un evento per bambini in un oratorio e vorrei proporre anche la baby dance, è necessario parare la SIAE per questo tipo di musica?

    Grazie delle risposte!

    1. Dino scrive:

      Buonasera 🙂

      la Siae la paga chi organizza l’evento. Inoltre se i brani da lei proposti sono protetti dal diritto d’autore come sicuramente saranno, deve corrispondere il pagamento siae.

      Grazie a lei.

      Saluti,
      Dino

  41. Matteo scrive:

    Buonasera signor Dino.
    Vorrei chiederle cortesemente delucidazioni visto che ho una situazione un pò ingarbugliata.
    Ad Aprile mi sposero’, gli invitati saranno 70 e nel ristorante scelto, nella sala del ricevimento, ci sarà la filodiffusione con brani scelti da noi.Il ristorante ci ha detto che non dovremo pagare nulla, ma per il buffet di dolci e taglio torta,ci dovremo spostare in un’altra zona, o meglio, dovremo uscire dalla sala salire delle scale per recarci in un “roccolo” struttura formata da due grandi gazebo con grandi vetrate.Qui vorremmo pagare un dj che possa mettere un pò di musica di sottofondo/ qualche canzone per il classico ballo degli sposi e dopo. Se sono riuscito a spiegarmi,posso chiederle, quanto dovrei pagare alla Siae e che modulo richiedere?
    Grazie infinite.

    1. Dino scrive:

      Buonasera Sig Matteo,

      se il proprietario del ristorante le ha risposto che non c’è bisogno, probabilmente fa uso del forfettario siae, ed è compresa sicuramente tutta la struttura. Nel caso non sia così di siae le verrà un importo di circa 340€ compresa iva ( 199 + 79 + 22%iva).

      Saluti 🙂
      Dino

  42. Buonasera Dino e complimenti: sia per l’articolo che per la pazienza che mostra nel rispondere ai dubbi di tutti.
    La mia domanda è la seguente: mia moglie (cantante lirica con partita IVA) vorrebbe proporre un servizio di animazione del matrimonio civile, limitato alla sola cerimonia in comune (niente ricevimento al ristorante, per intenderci), in cui tipicamente vengono eseguiti al massimo 3 brani, vista la breve durata. Il programma prevede anche brani coperti da diritto d’autore (per intenderci brani come “Over the rainbow”). Come si configura un simile evento in termini SIAE? E’ necessario versare dei contributi e, in caso affermativo, ha un’idea dei costi?

    1. Dino scrive:

      Buonasera a Lei,

      grazie non mi costa nulla aiutare così volentieri 🙂
      Dunque mi sembra di capire che il tempo a disposizione essendo relativamente breve, conviene che la cantante in questione esegua accennando i brani (ad esempio cantando a cappella) per non più di 1 minuto, in questo modo non incorre alla siae.
      Diversamente, dovrà corrispondere l’importo minimo che ricopre fin a 200 invitati pari a circa 340 € (199 + 79 + 22%iva).

      Buona serata,
      Dino

  43. Luca scrive:

    Salve Dino,
    sto organizzando il matrimonio di mia nipote e sto cercando di capire a quanto ammontano i costi siae.
    Gli invitati saranno poco più di 100 ma il ristorante dove avverrà il ricevimento ha la capienza per oltre 200 persone.
    Il prezzo che verrà pagato per ogni invitato è di circa 80 € a testa.
    Al ricevimento sarà presente un duo musicale che canterà su basi registrate e gli ospiti balleranno sicuramente.
    La ringrazio tanto del Suo aiuto e Le auguro una buona giornata.

    1. Dino scrive:

      Salve a Lei 🙂

      Tantissimi auguri a sua nipote per il grande passo!
      Se visiona le tabelle credo non più di 340 € tra tariffa, diritti, iva22%.

      Buona serata e grazie a Lei.
      Dino

  44. leonardo scrive:

    buongiorno,
    volevo un parere sulla mia situazione:
    ricevimento da effettuare in comune in provincia di torino, con deejay e meno di 100 invitati. E fin qui tutto bene, nel senso che esiste l’apposito tariffario con la voce “Matrimonio”.
    Ma sposandomi in comune (torino città, quindi diverso da location ricevimento), voglio far eseguire un singolo brano (coperto da SIAE) al posto della marcia nuziale che non lo è.
    In questo caso basta che nel borderò del ricevimento aggiungo questo brano o devo pagare un obolo a parte? e di che entità? non si tratterebbe di festa, ma di singola esecuzione (peraltro parziale)

    1. Dino scrive:

      Buongiorno,

      intanto le faccio i miei più sinceri Auguri!
      Ha centrato il punto: lo inserisca semplicemente nel borderò. Oppure se il brano come lei afferma viene eseguito parzialmente, lo faccia eseguire meno di 60 secondi, in questo modo non ha alcuna podestà siae.
      Spero di essere stato chiaro 🙂

      Salve,
      Dino

  45. Simone scrive:

    Ciao, provo a ripostare la domanda..si vede che per sbaglio l’hai cancellata.
    Qualche giorno dopo il mio matrimonio, mio padre compie gli anni. Potrei pagare la SIAE per il mio matrimonio come “compleanno” sfruttando questa gabola? Grazie, Simone

    1. Superanimazione scrive:

      Salve,

      faccia a sua discrezione e responsabilità.

      Saluti,
      Dino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *